5 Febbraio 2023
Tag
2021/341acquaagricoltura sostenibilealimentazioneambienteanimaliApiApicoltoriarticoassociazionibeauty routinebenesserebiciclettabiodiversitàbioediliziabiogasbuoni propositicaldaiecambiamenti climaticicambiamentocasacasa greenChange managementcibociclofficinecinemacioccolatocircular economyclimatizzatorico-housingcomunità energeticheconsumiCOP26COP27Copernicuscoronaviruscotone biologicocovid-19daddecarbonzzazionedeforestazionedenimdesigndetrazioni fiscalididattica a distanzadigitaledirittidiritto alla disconnessionedpie-wasteEarth Day 2021Earthdayecofashionecologiaeconomia circolareecosistemiecosostenibilitàediliziaeducazione greenefficienza energeticaelettrolisielettrolizzatoreElia OrigoniemissioniEneaenergiaenergia pulitaenergie rinnovabilieticaeventifashionFerrarifesta della mammaFeste nataliziegeopoliticaGiornata Mondiale dell AlimentazioneGiornata Mondiale della ApiGiornata Mondiale della BiodiversitàGiornata Mondiale della Terragiovanigreengreen buildinggreen economygreen jobshome-schoolinghydrogen valleyhyggeidrogenoidrogeno bluidrogeno verdeimpronta ambientaleincendiindoorinfluencerinnovazione tecnologicainquinamentointernetIRENAjeanslegnolettura digitalelinguaLoss & Damagelotta ai cambiamenti climaticilotta allo spreco di cibomanutenzionemascherinemobilità nuovamobilità sostenibilemoda sostenibilemusicaNatalenaturaNazioni Unitenevica plasticanew normalityNuovo Umanesimoobsolescenzaofficine popolariOlivettipackagingpartecipazionepasquapassionependolariphygitalpianetapiantagioni di cacaopiove plasticaplasticaplasticfreepodcastpompa di caloreproduzione jeansqualità ariaraccolta differenziataraeerecuperorelaxREpowerEUresponsabilità sociale di impresaricarica auto elettrichericondizionatorigeneratoriparazioneriscaldamento globalerisparmioriuso e riciclosalutesalvaguardiaSEEDS 2030siberia articasicurezzasmart buildingsmart citysmart workingsmogsostenibilesostenibilisostenibilitàsostenibilità socialesprechi in cucinastagione degli incendisviluppo sostenibiletechtecnologiatempo liberoterraTHE HUMAN SOCIETYtransizione energeticatrendturismoturismo sostenibileUmanesimo aziendaleundertourismuovo di cioccolatovacanzeVaillantviaggivintageWebwelfareWePlanetWorld Food DayWWFzero sprechizero waste
tagliare i costi energetici

Ridurre consumi e bollette: ecco come fare

Se negli anni passati l'attenzione all'efficienza e al risparmio energetico nelle abitazioni erano dettati prevalentemente da considerazioni relative ai cambiamenti climatici, oggi con i prezzi dell'energia alle stelle nelle case è diventato inevitabile adottare misure e comportamenti virtuosi. Che, secondo l’Enea, potrebbero portare a un risparmio di 6,76 miliardi metri cubi di gas o, detto altrimenti, a un taglio di 600 euro in bolletta. Mica poco, con in più il vantaggio che nella maggior parte dei casi si tratta di comportamenti che davvero non costano nulla

Tempo di lettura: 4 minuti

Non servono per pianificare il weekend o per decidere se uscire con l’ombrello, ma negli ultimi anni le previsioni stagionali hanno raggiunto una discreta affidabilità.

Certo, si parla sempre di percentuali intorno al 40-50%, ma le tendenze, almeno quelle, si possono intravedere. E quelle che lo European Centre for Medium-Range Weather Forecasts ha rilasciato per i prossimi quattro mesi, da novembre a febbraio, delineano una stagione invernale tutto sommato in linea con le medie, tranne, ma è un forse molto grande, per un’anomalia positiva intorno a gennaio.

Ovviamente, tutto può cambiare, ma se davvero l’inverno fosse freddo dovremo affrontare un’ulteriore complicazione in uno scenario, quello dei costi dell’energia, già estremamente complesso.

Oltre alle imprese, il tema riguarda ovviamente anche le famiglie, che devono ingegnarsi a trovare modi per risparmiare sulle bollette, che da un bimestre con l’altro rischiano più che raddoppiare.

A lanciare l’allarme, tra gli altri, è anche Octopus energy, azienda britannica del settore dell’energia, che auspica che le istituzioni lancino una campagna per sensibilizzare i cittadini sulla riduzione dei consumi proprio in vista dell’inverno.

Va in questa direzione Italia in Classe A’, una campagna nazionale promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico. Attuata da Enea e finanziata nell’ambito del Pnrr, tra il 2022 e il 2024 presenterà a Pubbliche amministrazioni, imprese, scuole e cittadini tutta una serie di misure per promuovere l’efficienza energetica e ridurre i consumi energetici.

Oltre al sostegno agli investimenti nel settore civile e alla disseminazione di informazioni sulle Comunità Energetiche, nell’ambito del Pif sarà sviluppato il progetto di ricerca De-Sign, un laboratorio dedicato al design e all’abitare sostenibile.

Ancora, novembre sarà il mese dell’efficienza energetica, con un focus specifico sul risparmio domestico ed è prevista la realizzazione di Italia in Classe A, una piattaforma digitale che ospiterà virtual tour immersivi attraverso i quali sarà possibile visitare cantieri, edifici, appartamenti e città ed esplorare le possibili misure per ridurre i consumi. Non manca poi la parte per i più piccoli, tra i 7 e 14 anni, che potranno approfondire le tematiche del risparmio e dell’efficienza accedendo al portale Kdzenergy.

La stessa Enea ha poi raccolto una serie di consigli che permettono di tagliare le bollette, oltre che negli appartamenti, anche negli uffici. Ridurre l’uso dell’ascensore alla stretta necessità, lampadine a basso consumo e soluzioni in cloud, l’adozione di sistemi di controllo smart (utili soprattutto in relazione alla diffusione dello smart working, che consente di occupare parzialmente gli uffici).

Ma non solo: l’ottimizzazione dell’uso della strumentazione elettronica, stampanti comprese e la corretta regolazione delle temperature (18°C in inverno e 28 in estate sono i valori suggeriti da Enea). Tutte misure che consentono risparmi importanti, con un investimento sostanzialmente pari a zero.

Anche Senec, azienda di Lipsia che sviluppa e produce sistemi intelligenti di accumulo, ha diffuso una breve guida con quattro suggerimenti per tagliare i consumi nelle proprie case. Il primo passo è individuare quali sono gli elettrodomestici che consumano di più, in modo da ottimizzarne il tempo di utilizzo, e poi farli funzionare solo a pieno carico usando quando possibile i programmi eco.

Un buon trucco, comunque, è quello di staccare gli apparecchi quando non strettamente necessario, visto che tenere attaccato alla corrente un dispositivo senza che questo sia effettivamente in uso può impattare in modo non banale sull’importo della bolletta.

Infine, come ultimo passo Senec propone di modificare la struttura del sistema di fornitura di energia della propria abitazione, installando fonti rinnovabili. In particolare, la combinazione tra pannelli fotovoltaici, sistema di accumulo e pompa di calore è quella che protegge di più dal caro bollette e mette al riparo dalle fluttuazioni dei costi dell’energia.

Pulsee, l’energy company full digital di Axpo Italia, ha scelto di focalizzare la propria attenzione sugli elettrodomestici e ha condensato una serie di consigli che riguardano frigoriferi, condizionatori e asciugatrici. Per i frigo, occhio a chiudere sempre le porte, evitando sia che si formino brine sia di riporre cibi caldi, che impongono un super lavoro all’elettrodomestico.

Per il condizionatore, porte e finestre rigorosamente chiuse, e quando possibile limitarsi al deumidificatore, mentre la lavasciuga andrebbe usata solo a pieno carico e limitando la funzione “antipiega” solo ai capi specifici.

Nel 2017 Simona Bastari ha proposto la formula della felicità condominiale, un approccio che riduce le occasioni di conflitto tra vicini attraverso il dialogo, la gestione ottimale dei servizi e l’organizzazione di momenti informali e conviviali. Oggi ha messo a frutto la sua esperienza e ha proposto una serie di consigli per risparmiare, oltre che nel singolo appartamento, anche in condominio.

Come prima cosa, installare interruttori a tempo o con sensori di movimento per le luci di scale, androni, cortile, box e parcheggi. In molti poi trascurano di impostare il timer in modo corretto: se la luce si spegne prima che l’inquilino finisca la rampa di scale dovrà riaccenderla più volte, moltiplicando i consumi.

Considerato poi che ogni giorno si effettuano quasi 100 milioni di corse con gli ascensori e che sette su dieci sono in funzione da almeno vent’anni (cinque ascensori su dieci da oltre trent’anni), si può provare a ridurne l’utilizzo lasciandolo a chi ne ha più bisogno, bambini piccoli, anziani, persone con disabilità e che vivono ai piani alti.

Si possono poi installare delle lampade a Led per l’illuminazione delle parti comuni, stando attenti anche in questo caso ai tempi di funzionamento e per chi ha console per videogiochi Bastari suggerisce di evitare di tenerle in stand-by e di organizzare delle sessioni di gioco collettive.

Così, oltre a risparmiare ne guadagnano anche la socialità e i rapporti di buon vicinato.