5 Febbraio 2023
Tag
2021/341acquaagricoltura sostenibilealimentazioneambienteanimaliApiApicoltoriarticoassociazionibeauty routinebenesserebiciclettabiodiversitàbioediliziabiogasbuoni propositicaldaiecambiamenti climaticicambiamentocasacasa greenChange managementcibociclofficinecinemacioccolatocircular economyclimatizzatorico-housingcomunità energeticheconsumiCOP26COP27Copernicuscoronaviruscotone biologicocovid-19daddecarbonzzazionedeforestazionedenimdesigndetrazioni fiscalididattica a distanzadigitaledirittidiritto alla disconnessionedpie-wasteEarth Day 2021Earthdayecofashionecologiaeconomia circolareecosistemiecosostenibilitàediliziaeducazione greenefficienza energeticaelettrolisielettrolizzatoreElia OrigoniemissioniEneaenergiaenergia pulitaenergie rinnovabilieticaeventifashionFerrarifesta della mammaFeste nataliziegeopoliticaGiornata Mondiale dell AlimentazioneGiornata Mondiale della ApiGiornata Mondiale della BiodiversitàGiornata Mondiale della Terragiovanigreengreen buildinggreen economygreen jobshome-schoolinghydrogen valleyhyggeidrogenoidrogeno bluidrogeno verdeimpronta ambientaleincendiindoorinfluencerinnovazione tecnologicainquinamentointernetIRENAjeanslegnolettura digitalelinguaLoss & Damagelotta ai cambiamenti climaticilotta allo spreco di cibomanutenzionemascherinemobilità nuovamobilità sostenibilemoda sostenibilemusicaNatalenaturaNazioni Unitenevica plasticanew normalityNuovo Umanesimoobsolescenzaofficine popolariOlivettipackagingpartecipazionepasquapassionependolariphygitalpianetapiantagioni di cacaopiove plasticaplasticaplasticfreepodcastpompa di caloreproduzione jeansqualità ariaraccolta differenziataraeerecuperorelaxREpowerEUresponsabilità sociale di impresaricarica auto elettrichericondizionatorigeneratoriparazioneriscaldamento globalerisparmioriuso e riciclosalutesalvaguardiaSEEDS 2030siberia articasicurezzasmart buildingsmart citysmart workingsmogsostenibilesostenibilisostenibilitàsostenibilità socialesprechi in cucinastagione degli incendisviluppo sostenibiletechtecnologiatempo liberoterraTHE HUMAN SOCIETYtransizione energeticatrendturismoturismo sostenibileUmanesimo aziendaleundertourismuovo di cioccolatovacanzeVaillantviaggivintageWebwelfareWePlanetWorld Food DayWWFzero sprechizero waste

Leggere, la sostenibilità passa anche da qui

Cresce tra i lettori italiani la preferenza per riviste e libri digitali. Una scelta che garantisce numerosi benefici, anche dal punto di vista ambientale: non viene usata carta, si azzera l’inquinamento causato dal trasporto, non ci si deve preoccupare di smaltimento o riciclo e si consuma pochissima energia

Tempo di lettura: 3 minuti

I temi ambientali si stanno facendo strada tra le preoccupazioni degli italiani. Un’apprensione che negli ultimi anni ha registrato una crescita continua, con una leggera stabilizzazione della curva negli ultimi due anni, in seguito all’affacciarsi di problematiche più urgenti legate a pandemia e crisi economica. Per quanto riguarda l’ambiente, a preoccupare sono soprattutto gli effetti dei cambiamenti climatici, resi particolarmente evidenti da fenomeni atmosferici estremi sempre più frequenti. Il dato emerge dalla recente indagine ISTAT sul Benessere Equo e Sostenibile, che rileva anche un impegno crescente degli italiani su varie tematiche ambientali, con contributi che vanno da una migliore gestione dei rifiuti a una maggiore attenzione ai consumi energetici, fino a una più attenta riduzione della propria impronta carbonica.

Rientra sotto quest’ultima voce la preferenza generalizzata per abitudini di lettura più sostenibili e rispettose dell’ambiente. Secondo l’indagine Readly-YouGov, si tratta di un orientamento particolarmente diffuso in Italia, dichiarato dall’82% del campione intervistato a fine 2021. La preferenza si traduce in una scelta esclusivamente digitale per il 27% dei lettori, che accedono a riviste e giornali solo attraverso dispositivi elettronici. Ma è addirittura il 62% del campione a ritenere che questa scelta sia più sostenibile per l’ambiente. Una convinzione confermata da Readly, che sottolinea come la lettura di una rivista digitale sulla sua piattaforma si traduca in emissioni di gas serra inferiori dell’86% rispetto alla lettura dell’equivalente versione cartacea: non si usa carta, si azzera l’inquinamento causato dal trasporto, non ci si deve preoccupare di smaltimento o riciclo e si consuma pochissima energia. Indubbi benefici per l’ambiente che si abbinano ad altri numerosi vantaggi per i lettori.

Innanzitutto, offre la possibilità di avere a disposizione i contenuti ovunque ci si trovi e in qualsiasi momento. Una disponibilità che ha un influsso positivo anche sul tempo che si può dedicare alla lettura, mediamente più alto tra chi legge riviste e romanzi in digitale rispetto a chi li legge in versione cartacea. La lettura digitale garantisce poi accesso a molte più pubblicazioni, offrendo la possibilità di scoprire continuamente nuovi titoli. Una varietà che ancora una volta stimola la lettura con contenuti a cui magari non si era mai data attenzione. Infine, i libri in formato digitale costano meno di quelli cartacei e non necessitano di spazi fisici per essere conservati.

Cartacea o digitale la lettura resta, in ogni caso, un’attività fondamentale per tutti, che non aiuta solo a pensare meglio, ma anche ad agire meglio. Gherardo Magri, Amministratore Delegato di Vaillant Group Italia, ne è profondamente convinto, tanto da aver recentemente realizzato all’interno della nuova sede italiana una biblioteca a disposizione di tutti i dipendenti: una vera libreria che occupa quasi un intero piano dell’edificio e che si colloca accanto all’Aula Magna, la migliore sala meeting dell’azienda. Come a dire: cultura e business possono e devono stare insieme. Qui trovano spazio non solo libri di marketing, management o riviste e pubblicazioni aziendali, ma le opere fondamentali della letteratura, i classici che tutti dovrebbero leggere o rileggere una volta nella vita, scelti con l’aiuto di un esperto. “Un libro ti apre la mente – afferma Magri, che prosegue: – Imparare nuovamente a leggere, e non solo documenti di lavoro, aiuta a pensare meglio, e chi pensa meglio agisce meglio. Anche per questo ho in mente di far tenere lezioni di lettura, per aiutarci a riprendere confidenza con la preziosa arte della letteratura, promuovendo anche incontri con gli autori e con esperti che insegneranno ad aprire la mente e a farci progredire verso la nuova frontiera del neo-umanesimo”.

Un Nuovo Umanesimo che in ‘THE HUMAN SOCIETY. Inspired by Vaillant’ trova un’iniziativa fondamentale per promuovere una nuova centralità dell’uomo all’interno e al di fuori di tutte quelle organizzazioni interessate a lavorare a un progresso sostenibile, che sia di beneficio per l’ambiente e tutte le persone.