18.01.2019 0 283 WeLoveEarth

La sostenibilità al centro

Iniziative, progetti e attività recenti nell’impegno Green di Vaillant Italia

5 giugno 2018

Per Vaillant, da sempre orientata all’innovazione e al futuro, contribuire a diffondere modelli di vita e di consumo sostenibili è una priorità irrinunciabile, parte integrante di quell’impegno per la salvaguardi del Pianeta inscindibilmente legato alla propria visione di crescita e di progresso.

La stessa visione che spinge, ormai da tempo, Vaillant Italia a impegnarsi in progetti e attività che possano dare un contributo concreto alla causa e che dal 2017 procedono sotto le insegne di The Green Evolution.

Negli anni recenti è stato avviato un percorso di ascolto e comprensione della sensibilità degli italiani rispetto ai temi ambientali che, partito da una ricerca su scala europea e dalla creazione di MyGreen IQ, un indice di sostenibilità che unisce intenzioni e comportamenti reali, è proseguito anche grazie alla partnership con Lifegate e il suo Osservatorio Nazionale sullo stile di vita sostenibile, che Vaillant ha supportato nelle ultime due edizioni.

la-sostenibilità-al-centro

Come storico protagonista di un settore, quello del comfort domestico, dal grande impatto e dalle grani potenzialità in tema di efficienza energetica e riduzione delle emissioni di gas serra, Vaillant Italia si è poi impegnata in diverse campagne per la rottamazione delle caldaie vecchie e inquinanti, specie di quei 7 milioni di modelli ormai obsoleti, dalla cui sostituzione con moderne caldaie a condensazione si potrebbero ridurre le emissioni di CO2 di 5.908 kt/a

nno, pari al 7% delle emissioni di gas serra del settore residenziale, mentre ogni famiglia potrebbe godere di un risparmio in bolletta tra il 20 e il 25%.

Lo scorso anno, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, è stata invece lanciata un’iniziativa social che, attraverso la voce dell’assistente virtuale Gaia – il pianeta Terra, ha chiamato tutti a tenere comportamenti virtuosi dal punto di vista dell’eco-sostenibilità. Dalla pagina Facebook Green Evolution, Gaia accompagna gli utenti nella vita di tutti i giorni, indicando loro comportamenti virtuosi, motivandoli affinché diventino vere e proprie abitudini e premiando chi raggiunge gli obiettivi suggeriti con widget dedicati, piccoli trofeo digitali che testimoniano il proprio comportamento virtuoso.

Vaillant Italia ha poi sposato, in occasione delle ultime due edizioni della Milano Design Week, il progetto Green Smart Living, un’innovativa idea di ambiente domestico ideato dall’Arch. Massimiliano Mandarini, un modulo abitativo ibrido, creato per promuovere e diffondere la cultura del vivere sostenibile ed evidenziare come da un approccio integrato tra la progettazione degli edifici e degli

impianti possano nascere edifici ad altissimo efficienza energetica in grado di avere un impatto positivo diretto sulla qualità della vita e dell’ambiente. L’edizione 2018 di Green Smart Living è stata inoltre l’occasione per presentare alla stampa e al pubblico la nuova aroTHERM split, soluzione in pompa di calore per le esigenze di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria che può vantare elevatissime doti di efficienza (fino ad A+++ ready), un nuovo traguardo nel percorso verso un futuro sempre più elettrico, efficiente ed ecosostenibile.

 

Il cammino di green di Vaillant Italia è poi fatto anche di piccoli ma significativi passi, che uniscono al risvolto pratico un importante valore simbolico di impegno e coerenza.

Nell’agosto del 2017, grazie al team di artisti Orticanoodles, la grande superficie attorno alla sede di Milano, in zona Maciachini, si è rifatta il look con una splendida opera d’arte completamente green, sia nello stile sia nei materiali utilizzati. Ispirata al verde delle foglie e al logo del brand, grazie alla vernice Airlite ha trasformato le mura in veri e propri depuratori naturali, in grado di neutralizzare agenti inquinanti come l’ossido di azoto.

Il più recente passo di questo cammino è invece l’installazione di un impianto da 336 moduli fotovoltaici monocristallini da 327w – per un totale di quasi 110 kWp – che una volta a regime potrà coprire fino all’intero fabbisogno energetico della sede milanese di Vaillant, azzerandone di fatto l’impatto sulla città.

Condividi l’articolo