17 Gennaio 2022
Tag
acquaagricoltura sostenibilealimentazioneambienteanimaliApiApicoltoriarticoassociazionibeauty routinebenesserebiciclettabiodiversitàbioediliziabuoni propositicaldaiecambiamenti climaticicasacasa greencibociclofficinecinemacioccolatocircular economyclimatizzatorico-housingcomunità energeticheCOP26Copernicuscoronaviruscotone biologicocovid-19daddenimdesigndetrazioni fiscalididattica a distanzadigitalediritto alla disconnessionedpiEarth Day 2021Earthdayecofashionecologiaeconomia circolareecosostenibilitàediliziaeducazione greenefficienza energeticaElia Origonienergiaenergie rinnovabilieticaeventifashionfesta della mammaFeste natalizieGiornata Mondiale dell AlimentazioneGiornata Mondiale della ApiGiornata Mondiale della BiodiversitàGiornata Mondiale della Terragiovanigreengreen buildinggreen economygreen jobshome-schoolinghyggeidrogenoimpronta ambientaleincendiinfluencerinnovazione tecnologicainquinamentointernetjeanslingualotta ai cambiamenti climaticilotta allo spreco di cibomascherinemobilità nuovamobilità sostenibilemoda sostenibilemusicaNatalenaturanevica plasticanew normalityobsolescenzaofficine popolaripackagingpasquapendolariphygitalpianetapiantagioni di cacaopiove plasticaplasticaplasticfreepompa di caloreproduzione jeansraccolta differenziataraeerelaxresponsabilità sociale di impresarisparmioriuso e riciclosalvaguardiasiberia articasicurezzasmart buildingsmart citysmart workingsmogsostenibilesostenibilisostenibilitàsprechi in cucinastagione degli incendisviluppo sostenibiletechtecnologiatempo liberoturismoturismo sostenibileundertourismuovo di cioccolatovacanzeVaillantviaggivintageWebWePlanetWorld Food Dayzero sprechizero waste

BetterClimate

Le “febbre” dell’Artico

La stagione degli incendi è cominciata e diversi focolai di grandi dimensioni sono stati rilevati nella Siberia artica. Quali sono le cause che provocano gli incendi anche in queste aree del Pianeta? E quali sono le conseguenze sull’ambiente e sugli esseri viventi?

street art

La Street art scende in campo contro il Covid-19

La forza dell’arte ha permesso di riflettere su questi ultimi mesi in maniera diversa. E la generosità della gente non si è fatta attendere

Francesco Benedetti MIT

Ecco come possiamo dare un colpo di spugna alla CO2

Catturare la CO2 e farne cosa buona e utile per l’uomo e per l’ambiente

Come si puliscono gli oceani?

Secondo Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale) e SNPA (Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente), ogni anno 8 tonnellate di plastica raggiungono il mare. Per liberare le nostre acque dall’immondizia la tecnologia sta mettendo in campo diverse soluzioni.

api - fare il miele in casa

Tra gli hobby green spunta quello di produrre il miele in casa

Dopo le marmellate fatte con la frutta raccolta nel proprio giardino, anche il miele potrebbe essere prodotto in casa

Siamo ciò che mangiamo

Il corpo è una macchina perfetta, il cibo il suo carburante ed il nostro Pianeta il terreno fertile in cui questo si sviluppa. Mostriamo gratitudine: è importante prestare attenzione non solo a ciò che mangiamo, ma anche al suo impatto ambientale.

giornata della terra

22 e 24 aprile: due date da non dimenticare

La prima è la giornata dedicata alla Terra. La seconda festeggia l’arbor day: prendiamole al volo per iniziare ad agire in maniera consapevole ed ecologica

evitare spreco d'acqua

Non possiamo più permetterci di sprecare acqua

Così come quello del cibo, lo spreco dell’acqua è una cattiva abitudine che non possiamo più permetterci. E nella giornata dell’acqua, che anche quest’anno cade il 22 marzo, dovremmo forse prendere in seria considerazione nuove pratiche anti-spreco

Plastic Smog

La plastica, che fino a settant’anni fa neppure esisteva, fa ormai parte dell’ambiente e ci resterà per millenni. Non inquina solo i nostri mari, ma anche l’aria, la terra e tutti gli organismi viventi

5 febbraio: torna la giornata contro lo spreco del cibo

A distanza di 6 anni dalla prima celebrazione, era il 2014, facciamo il punto sulle buone pratiche messe in campo per ridurre gli sprechi, anche grazie alla legge Gadda