5 Febbraio 2023
Tag
2021/341acquaagricoltura sostenibilealimentazioneambienteanimaliApiApicoltoriarticoassociazionibeauty routinebenesserebiciclettabiodiversitàbioediliziabiogasbuoni propositicaldaiecambiamenti climaticicambiamentocasacasa greenChange managementcibociclofficinecinemacioccolatocircular economyclimatizzatorico-housingcomunità energeticheconsumiCOP26COP27Copernicuscoronaviruscotone biologicocovid-19daddecarbonzzazionedeforestazionedenimdesigndetrazioni fiscalididattica a distanzadigitaledirittidiritto alla disconnessionedpie-wasteEarth Day 2021Earthdayecofashionecologiaeconomia circolareecosistemiecosostenibilitàediliziaeducazione greenefficienza energeticaelettrolisielettrolizzatoreElia OrigoniemissioniEneaenergiaenergia pulitaenergie rinnovabilieticaeventifashionFerrarifesta della mammaFeste nataliziegeopoliticaGiornata Mondiale dell AlimentazioneGiornata Mondiale della ApiGiornata Mondiale della BiodiversitàGiornata Mondiale della Terragiovanigreengreen buildinggreen economygreen jobshome-schoolinghydrogen valleyhyggeidrogenoidrogeno bluidrogeno verdeimpronta ambientaleincendiindoorinfluencerinnovazione tecnologicainquinamentointernetIRENAjeanslegnolettura digitalelinguaLoss & Damagelotta ai cambiamenti climaticilotta allo spreco di cibomanutenzionemascherinemobilità nuovamobilità sostenibilemoda sostenibilemusicaNatalenaturaNazioni Unitenevica plasticanew normalityNuovo Umanesimoobsolescenzaofficine popolariOlivettipackagingpartecipazionepasquapassionependolariphygitalpianetapiantagioni di cacaopiove plasticaplasticaplasticfreepodcastpompa di caloreproduzione jeansqualità ariaraccolta differenziataraeerecuperorelaxREpowerEUresponsabilità sociale di impresaricarica auto elettrichericondizionatorigeneratoriparazioneriscaldamento globalerisparmioriuso e riciclosalutesalvaguardiaSEEDS 2030siberia articasicurezzasmart buildingsmart citysmart workingsmogsostenibilesostenibilisostenibilitàsostenibilità socialesprechi in cucinastagione degli incendisviluppo sostenibiletechtecnologiatempo liberoterraTHE HUMAN SOCIETYtransizione energeticatrendturismoturismo sostenibileUmanesimo aziendaleundertourismuovo di cioccolatovacanzeVaillantviaggivintageWebwelfareWePlanetWorld Food DayWWFzero sprechizero waste
blackout

Al riparo dai blackout

A causa del caldo torrido l'uso di condizionatori d'aria, ventilatori e altri elettrodomestici causano picchi di utilizzo della corrente elettrica, che portano a blackout improvvisi. Ecco alcuni consigli per risparmiare energia elettrica e "sopravvivere" alla mancanza di energia

Tempo di lettura: 3 minuti

L’estate è la stagione in cui la luce solare permane per più tempo, permettendoci di risparmiare energia – è per questo che è stata istituita l’ora legale.

Perché allora, soprattutto in luglio e agosto, aumenta il rischio di blackout improvvisi? La spiegazione è semplice: gli italiani in estate fanno uso e abuso di elettricità.

Con il caldo torrido – tipico degli ultimi anni e di questa estate torrida 2022 -nel periodo estivo scatta la corsa all’installazione e all’uso di condizionatori d’aria. Non solo: aumentano le docce, con conseguente uso di elettricità da parte dei boiler per la produzione di acqua calda e si accendono i ventilatori.

La rete elettrica, ovviamente è dimensionata per gestire queste richieste, se distribuite nell’arco del tempo: ma, spesso, l’accensione avviene in modo contemporaneo causando dei picchi che possono innescare i blackout.

Le interruzioni di corrente elettrica creano disagi a casa e sono ancora più fastidiosi in ufficio – che poi oggi è la stessa cosa, visto che molte persone lavorano in smart working.

La mancanza di elettricità in casa – con conseguente spegnimento dei dispositivi wi-fi e dei computer – se prolungata, può creare seri problemi anche di lavoro.

Come risolverla?

Un tempo, negli uffici, si installavano i gruppi di continuità: in pratica delle batterie che, in caso di mancanza di corrente, permettevano di alimentare il computer per il tempo necessario a mettere in sicurezza i file e i documenti su cui si lavorava.

Oggi la tecnologia è molto migliorata e i sistemi di accumulo di energia sono diventati molto efficienti; come per esempio la soluzione EcoFlow, power station portatili, ricaricabili attraverso pannelli solari, che consentono di ovviare – in casa o in ufficio – a tutte le situazioni in cui la mancanza di energia elettrica ci metterebbe in difficoltà.

Con grande efficienza e durata: EcoFlow utilizza due tecnologie brevettate di gestione della carica: la X-Stream Technology che permette di ricaricare le power station fino all’80% in solo 1 ora (1,6 ore per la ricarica completa) mentre l’EcoFlow Battery Management System sfrutta algoritmi intelligenti per regolare lo stato di salute della batteria e garantirne la massima efficienza.

Utile anche installare elettrodomestici di ultima generazione intelligenti, come per esempio i prodotti climaVair premium per il raffrescamento a parete di Vaillant, ideali per i consumatori digital oriented, che desiderano una soluzione dalla massima efficienza in un design sofisticato.

I prodotti – che rientrano nei parametri per ricevere la detrazione fiscale – hanno un’alta efficienza energetica (fino ad A+++ sia in modalità raffreddamento sia riscaldamento) utilizzano il gas refrigerante R-32 a ridotto impatto ambientale e hanno una bassa rumorosità (inferiore ai 19dB).

Particolarità di climaVair premium sono il sensore intelligente a infrarossi che rileva la presenza e la posizione delle persone nell’ambiente; la funzione i-Sense che permette di regolare la temperatura e la direzione del flusso d’aria e di attivare la modalità risparmio energetico se nessuno è presente nella stanza per un determinato periodo di tempo.

Grazie al modulo wi-fi integrato e la compatibilità con Google Home e Alexa, è possibile controllare il climatizzatore tramite App anche fuori casa e il sistema 3D airflow garantisce una distribuzione uniforme e personalizzabile dell’aria in tutta la stanza.

Cosa fare in caso di blackout: alcuni consigli

Ecco, infine alcuni consigli che ci consentono di sprecare meno energia elettrica:

  • impostate una temperatura per i condizionatori d’aria non inferiore ai 27°C
  • usate lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico con temperature dell’acqua basse
  • non lasciate gli elettrodomestici in stand-by
  • spegnete sempre le luci dove non servono
  • con il condizionatore acceso, chiudete le finestre o, in un negozio o ufficio, tenete le porte chiuse
  • acquistate elettrodomestici con classe energetica alta
  • evitate di usare il forno e gli elettrodomestici energivori

Cosa fare invece se ci troviamo nel mezzo di un blackout? Ecco alcuni consigli utili:

  1. evitate di accendere fiamme (candele, lumini) vicino a materiali infiammabili
  2. staccate l’alimentazione di computer, televisori e apparati elettronici per evitare che eventuali accensioni e spegnimenti li danneggino
  3. evitate, se possibile, di aprire spesso frigoriferi e congelatori, mantenendo la temperatura interna più bassa possibile (ricordatevi che i prodotti congelati nel freezer e freschi nel frigorifero possono durare tra le 12 e le 24 ore in assenza di corrente elettrica, purché non si aprano gli sportelli)
  4. verificate se ci sono persone bloccate in ascensore nel vostro stabile
  5. se in casa ci sono dei malati cronici collegati con strumenti medicali collegati alla rete elettrica, informate immediatamente il 113
  6. per sicurezza, chiudete la valvola del gas e verificate che i fornelli siano spenti
  7. in caso di assenza di corrente prolungata, ricordatevi che i cibi scongelati vanno consumati entro 24 ore (se i cibi in congelatore si fossero scongelati e non poteste consumarli nel giro di 24 ore, cucinateli e ricongelateli
  8. una volta riattivata la corrente elettrica, non utilizzare subito l’ascensore