1 Marzo 2024
Tag
2021/341Accordo di Parigiacquaacqua dolceagricolturaagricoltura sostenibilealimentazioneambienteanimaliApiApicoltoriaroTHERM plusarticoAssociazione L’Arte del Vivere con Lentezza Onlusassociazionibeauty routinebenesserebiciclettabiodiversitàbioediliziabiogasborsa di studioBrandforumbuoni propositicaldaia ibridacaldaiecambiamenti climaticicambiamentocambiamento climaticocaro bollettecasacasa greenCase greencertificazioneChange managementcibociclofficinecinemacioccolatocircular economyclasse energeticaclimatizzatoriclimaVAIRco-housingcomfortcomunità energetichecondizionatorecondizionatoriconsumiCOP26COP27COP28Copernicuscoronaviruscotone biologicocovid-19daddecarbonzzazionedeforestazionedenimdesigndetrazioni fiscalideumidificatoredidattica a distanzadigitaledirittidiritto alla disconnessionediscaricadomoticadpie-wasteEarth Day 2021Earthdayecoetichettaecofashionecologiaeconomia circolareecosistemiecosostenibilitàediliziaeducazione greenefficienza energeticaelettrolisielettrolizzatoreElia OrigoniemissioniEneaenergiaenergia pulitaenergie rinnovabilieolicoeticaEuropaeventiFarfalla BlufashionfelicitàFerrarifesta della mammaFeste natalizieforeste pluvialiforeste sostenibilifotovoltaicogazzetta ufficialegeopoliticaGiornata Europea dei ParchiGiornata Mondiale dell AlimentazioneGiornata Mondiale della ApiGiornata Mondiale della BiodiversitàGiornata Mondiale della Foresta PluvialeGiornata Mondiale della Terragiovanigreengreen buildinggreen economygreen jobshabitathome-schoolinghydrogen valleyhyggeidrogenoidrogeno bluidrogeno verdeimballaggiImpact Marketing Awardimpronta ambientaleincendiindoorinfluencerinnovazione tecnologicainquinamentointelligenza artificialeinternetIRENAITjeanslegnolettura digitaleLIfegatelinguaLoss & DamageLoss and Damagelotta ai cambiamenti climaticilotta allo spreco di cibomanutenzionemascherinematerie primemobilità nuovamobilità sostenibilemoda sostenibilemusicaNatalenaturaNazioni Unitenevica plasticanew normalityNuovo UmanesimoObiettivi di Sviluppo Sostenibileobsolescenzaofficine popolariOlivettiONUorganicopackagingpartecipazionepasquapassionePEFC Italiapendolariphygitalpianetapianificazione urbanaPiano Nazionale di Ripresa e Resilienzapiantagioni di cacaopiove plasticaplasticaplasticfreepodcastpompa di caloreproduttivitàproduzione jeansqualità ariaR290raccolta differenziataraeeReCiProcorecuperorelaxREpowerEUresoresponsabilità sociale di impresaricarica auto elettrichericondizionatoriduttore di flussorifiutirigeneratorigenerazioneriparazioneriscaldamentoriscaldamento globalerisorse naturalirisparmioriuso e ricicloriutilizzosalutesalvaguardiaSEEDS 2030siberia articasicurezzaslowslow bossSlow Brand Festivalsmart buildingsmart citysmart homesmart workingsmogsostenibilesostenibilisostenibilitàsostenibilità socialesportsprechisprechi in cucinastagione degli incendisviluppo sostenibiletechtecnologiatempo liberotermostatiterraTHE HUMAN SOCIETYtransizione ecologicatransizione energeticatrasporto urbanotrendturismoturismo sostenibileUmanesimo aziendaleundertourismuovo di cioccolatovacanzeVaillantviaggivintageWebwelfareWePlanetWorld Food DayWorld Happiness ReportWWFzero sprechizero waste
giornata della terra

22 aprile: viva Madre Terra

Una giornata importante quella del 22 aprile nella quale si rinnova l'invito a difendere il nostro Pianeta, nella sua interezza: suolo, aria, acqua e biodiversità tutta

Tempo di lettura: 2 minuti

22 aprile: buon compleanno Terra. Sulla tua torta ci sarebbero da spegnere troppe candeline. Noi ne metteremo simbolicamente 52, perché è solo dal 1970 che si festeggia l’Earth Day, una giornata dedicata alla salvaguardia del nostro Pianeta.

Il rispetto di Madre Terra è sempre più fondamentale anche per la nostra salute. Anche se a volte – chi scrive – è presa da sgomento: se non si rispettano le donne – madri anche loro – come si può pensare che le persone siano attente e rispettose verso la Terra, che in troppi ancora non percepiscono in difficoltà?

Ma poi – sempre chi scrive – si riprende subito e si dice: andiamo avanti, non molliamo e, anzi, se è possibile allarghiamo il rispetto a tutte le componenti che fanno della Terra un unicum.

Suolo, aria, acqua in primis. Seguito dal mondo vegetale e animale, ovvero dalla biodiversità. Insomma, tutto ciò che è pesantemente messo a rischio dall’azione antropocentrica.

Quindi, nella giornata della Terra per prima cosa verrebbe da dire: attenti all’umanità. Sicuramente, il declino della biodiversità è uno dei più importanti e complicati problemi ambientali che Madre Terra si trova a difendere.

La biodiversità non è un concetto semplice da comunicare: proviamo a giocare con le immagini. Se vi chiedo di descrivere con un disegno la parola biodiversità voi da dove iniziereste?

Anche per questo, forse, l’importanza e la gravità del declino della biodiversità non sono ancora ben percepiti. Con il termine biodiversità, abbreviazione di diversità biologica, s’intende la varietà della vita sul pianeta e delle relazioni che si stabiliscono tra gli esseri viventi e gli habitat.

La Convenzione sulla Diversità Biologica – spiega Ispra – distingue tre livelli in cui i milioni di piante, animali e microrganismi si organizzano: il livello dei geni, che dà vita alla diversità e all’eredità di ciascuna specie; il livello delle specie che sono parte di un ecosistema, quali farfalle, salamandre, salmoni, pioppi, querce, petunie; il livello degli ecosistemi, intesi come entità reali del mondo naturale (foreste pluviali, steppe, barriere coralline, fiumi, ghiacciai, ecc.).

I dati del Global Carbon Project ci dicono che nei suoli – nonostante decenni di pratiche di deforestazione e di agricoltura non sostenibile li abbiano resi fonti di emissioni di gas-serra verso l’atmosfera – sono immagazzinate tra 1.500 e 2.000 miliardi di tonnellate di carbonio, una quantità doppia rispetto a quella contenute nell’atmosfera (830-850) e tripla rispetto a quella nella vegetazione (450-650).

Salvare il suolo, quindi vuol dire salvare la Terra. Ma il nostro Paese sta ancora aspettando una legge che tuteli sia il suolo che la Terra. E dunque?